Contributi Consorziali - Consorzio della Bonifica Burana

SERVIZI AGLI UTENTI | Contributi Consorziali - Consorzio della Bonifica Burana

Contributi consorziali 

Le spese sostenute dal Consorzio per la messa in sicurezza del territorio in cui opera vengono ripartite tra i proprietari degli immobili che si trovano nel comprensorio consortile e che da tali attività traggono un beneficio: in pianura principalmente attraverso opere ed attività finalizzate ad evitare allagamenti, nonché per distribuire acqua ad uso irriguo, in montagna effettuando lavori per contrastare il dissesto idrogeologico.

 

AVVISO DI PAGAMENTO

Il Consorzio invia al contribuente un avviso di pagamento e, in caso di mancata corresponsione della somma dovuta nei tempi prescritti, una cartella di pagamento maggiorata dei diritti di notifica e degli oneri di riscossione a carico del debitore nella misura prevista dall’art. 17 del dlgs n.112 del 13 aprile 1999 come modificato dal dlgs n.159/2015.

Fac simile avviso di pagamento 2020

L'avviso di pagamento può essere pagato con le seguenti modalità:
-    Attraverso il sito web consortile dove, cliccando su “Pagamenti OnLine PagoPA”, ti collegherai al Portale dei Pagamenti; da qui dovrai accedere alla sezione relativa ai “Pagamenti Predeterminati” inserendo il Codice Avviso riportato sul bollettino;
-    Attraverso home banking (utilizzando le funzioni PagoPA o CBILL) riportando anche qui il Codice Avviso;
-    Attraverso gli sportelli bancomat ATM delle banche (se abilitati);
-    Presso i punti vendita di SISAL, Lottomatica e Tabaccai convenzionati;
-    Attraverso altri Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) abilitati per il pagamento degli avvisi pagoPA; puoi consultare i PSP aderenti al servizio digitando su qualunque motore di ricerca “PSP PAGO PA” ed entrare nella sezione della pagina dedicata sul sito del PagoPa
-    Presso gli sportelli degli Istituti di Credito eroganti il servizio;
-    Presso gli Uffici Postali;
-    Attraverso apposite APP fornite dai Prestatori di Servizi di Pagamento tramite Internet e presso tutti gli altri operatori che hanno già aderito al sistema pagoPA o vi aderiranno nel tempo.


In caso di smarrimento del bollettino vi invitiamo a contattarci al numero 059/416511 oppure mediante e-mail al seguente seguente indirizzo catasto@consorzioburana.it

 

DOMICILIAZIONE BANCARIA ATTIVA DAL 2021

Il servizio di domiciliazione bancaria per il pagamento automatizzato del contributo consortile sarà attivo a partire dal 2021. Qui il modulo cartaceo per la richiesta da presentare compilato al proprio Istituto di credito.

 

PIANO DI CLASSIFICA

È il documento che individua e quantifica il beneficio che gli immobili traggono dall’attività di bonifica.

Nuovo Piano di Classifica degli Immobili per il riparto degli Oneri Consortili vigente dall'anno 2016
Piano di Classifica per l’ex Consorzio della Bonifica Burana-Leo-Scoltenna-Panaro (pdf 18.2 MB) 
Piano di classifica per l’ex Consorzio di Bonifica Reno-Palata (pdf 478 Kb) 

 

ALIQUOTE DI CONTRIBUENZA 2020

Il contributo può variare ogni anno in base alle aliquote: queste vengono elaborate anno per anno in funzione delle spese sostenute dal Consorzio nei 6 ambiti territoriali (Bassa Pianura – sinistra Panaro, Pianura – sinistra Samoggia, Alta Pianura – destra Panaro, Alta Pianura – sinistra Panaro, Pedemontana, Montagna e collina).

È il rapporto tra le spese sostenute e i benefici conseguiti che determina le aliquote.

 

CONTRIBUENZA FACILE

(Vai al servizio Contribuenza facile dell'ANBI Emilia-Romagna

Il servizio contribuenza facile consente di ottenere informazioni dettagliate sulle cartelle di pagamento.
Il servizio mostra gli elementi catastali degli immobili agricoli ed extragricoli oggetto di imposizione e in che misura le diverse tipologie di beneficio individuate dal Consorzio, in base al Piano di Classifica, concorrono a determinare la cifra totale riportata in cartella. 

Qualora l'utente desideri comunque recarsi presso gli uffici consortili, lo può fare nei seguenti orari (SERVIZIO MOMENTANEAMENTE SOSPESO CAUSA EMERGENZA SANITARIA):

  • Orario di apertura al pubblico: Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00 (SERVIZIO MOMENTANEAMENTE SOSPESO CAUSA EMERGENZA COVID-19)
  • Informazioni telefoniche: Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00
    Lunedì, Mercoledì, Giovedì dalle ore 14.30 alle ore 17.30
  • Orario d'ufficio: Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00
    Lunedì - Mercoledì - Giovedì dalle ore 14.30 alle ore 17.30

 

 

 

VARIAZIONI CATASTALI

In caso di errata intestazione della cartella di pagamento o per comunicare variazioni catastali della proprietà occorre compilare l’apposito (modulo) allegando fotocopia dell'ultima cartella di pagamento ricevuta e fotocopia dell'atto notarile (di vendita, donazione, divisione) e/o denuncia di successione inviando il suddetto materiale al Consorzio della Bonifica Burana, via posta (Corso Vittorio Emanuele II, 107 - 41121 MODENA), via fax (059-239063) o via e-mail a catasto@consorzioburana.it. La variazione così richiesta avrà effetto a partire dall'anno successivo, purché la documentazione pervenga al Consorzio entro il 31 dicembre di ogni anno; scaduto questo termine, la variazione slitterà di un anno.
Modulo per la comunicazione di variazioni catastali (pdf 8 Kb) 

 

REQUISITI DI RURALITÀ

Al fine della corretta applicazione del Piano di Classifica vigente dall'anno 2016, qualora i fabbricati presentino i requisiti di ruralità, è possibile notificare tale condizione al Consorzio tramite l'apposito Modello di autocertificazione dei requisiti di ruralità, accompagnato da:

  1. “Domanda di variazione catastale per l’attribuzione della categoria A/6 agli immobili rurali ad uso abitativo e della categoria D/10 agli immobili strumentali all’attività agricola” (Allegati A-B-C), presentata all’Agenzia del Territorio competente ai sensi del Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 14 settembre 2011, corredata da idonea documentazione attestante la consegna;
    o
  2. “Domanda per il riconoscimento del requisito di ruralità agli immobili ad uso abitativo e uso strumentale all’esercizio dell’attività agricola” (Allegati A-B-C), presentata all’Agenzia del Territorio competente ai sensi del D.M. 26 luglio 2012, corredata da idonea documentazione attestante la consegna;
    e/o
  3. copia della ricevuta di presentazione del DOCFA, e degli allegati A-B-C su indicati a corredo del DOCFA stesso.

In alternativa è possibile fornire al Consorzio copia della visura catastale dove nel campo "Annotazioni" compaia la dicitura: "dichiarata sussistenza dei requisiti di ruralità con domanda prot. n. ____ del ______".

Tale dichiarazione esplica i suoi effetti dall’anno successivo alla presentazione della stessa, che deve pervenire al Consorzio entro il 30 settembre.

L’autocertificazione attestante i requisiti di ruralità dovrà essere ripresentata nel caso di cambiamento del titolo di proprietà dell’immobile o nel caso tale immobile - successivamente all’ottenimento del requisito di ruralità -, sia oggetto di una procedura DOCFA a seguito di frazionamento o modificazione (variazioni della destinazione d’uso, ampliamenti, ristrutturazioni, etc).
Qualora detta nuova autocertificazione venga presentata entro i termini previsti, vi sarà continuità nel trattamento contributivo di “fabbricato avente i requisiti di ruralità”; nel caso in cui invece arrivasse oltre i termini, detto trattamento troverà applicazione per l’anno successivo a quello della presentazione.

Scarica il modulo di Dichiarazione sostitutiva di notorietà stato 'ruralità' immobili. (Formato Pdf) o (Formato Word

 

SISMA 2012

Scarica qui il Modulo per l'autocertificazione post-sisma di demolizione o crollo

 

Informativa sul trattamento dei dati personali ex artt. 13-14 Reg.to UE 2016/679

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (2317 valutazioni)