motore di ricerca

HOME » SERVIZI AGLI UTENTI | Irrigazione / Irrinet

ultima modifica:  16/01/2018

Irrigazione

 

 

 

 

Le funzioni di scolo ed irrigue vengono svolte spesso in condizioni di promiscuità dalla rete dei canali di bonifica. Infatti, canali, impianti idrovori e numerosi altri manufatti che annualmente da ottobre ad aprile allontanano l’acqua, nel periodo primaverile-estivo, in assenza di eventi critici, vengono utilizzati per creare delle vere e proprie riserve idriche al servizio dell’agricoltura e dell’ambiente.
Per soddisfare le esigenze del territorio l’acqua meteorica trattenuta dai canali viene integrata dalla risorsa idrica prelevata, quando disponibile, da Po, Secchia, Panaro e Samoggia. Conclusa la stagione estiva l’acqua, una volta utilizzata dall’agricoltura e dopo aver ristorato falde ed ambiente in generale, viene fatta defluire nuovamente dai canali ai fiumi.
Questa fase nel suo complesso contribuisce ad un rilevante miglioramento dell’ecosistema grazie all’opportunità di trattenere e distribuire risorsa idrica che altrimenti andrebbe velocemente al mare senza fare “tappa” sul nostro territorio.


L’articolato sistema di distribuzione comprende alcuni importanti corsi d’acqua che svolgono la funzione di vettori attraverso i quali l’acqua viene convogliata nella gran parte della rete dei canali consortili:


- Il Canale Sabbioncello è il più importante canale per la distribuzione idrica del Consorzio. Porta l’acqua derivata dal Po grazie all’Impianto Sabbioncello e sollevata da numerosi impianti collocati sul territorio, fino ai terreni modenesi altimetricamente più alti. L’acqua prelevata dal Po integra anche la risorsa idrica proveniente da Secchia.
 

 L'Impianto Sabbioncello dall'alto: preleva da Po e manda l'acqua al Canale Sabbioncello

 

 

Un ulteriore apporto ai bassi terreni modenesi avviene da Panaro attraverso piccoli impianti idrovori:


- Attraverso la Canaletta ‘CER’ (ramo del Canale Emiliano Romagnolo), l’acqua del Po integra la riserva idrica della rete dei canali in Destra Panaro nel territorio bolognese.


- Attraverso l’invaso della Cassa di Espansione del Canale di San Giovanni, nel periodo estivo, viene servita a scopi irrigui una parte del territorio bolognese in destra Panaro.


- Le zone di alta pianura in sinistra e in destra del Panaro vengono rispettivamente servite dal Canale S. Pietro/Canale Diamante e dal Canal Torbido, che derivano acqua dal Panaro stesso a Vignola e a Savignano s/P.. I tre storici canali arricchiti da antichi manufatti e mulini, ora distribuiscono la risorsa idrica lungo il loro percorso ricco di colture frutticole di pregio.


- La zona di alta pianura in destra del fiume Secchia riceve acqua per l’irrigazione dal Canale di Modena che viene alimentato grazie alla traversa di Castellarano.

 

Il Servizio irriguo a pieno regime del Consorzio è generalmente compreso tra il 1° Maggio e il 30 Settembre di ogni anno, seppure i cambiamenti colturali e impiantistici degli ultimi anni abbiano modificato profondamente la tempistica dell’irrigazione producendo un sostanziale allungamento della stagione irrigua. L’area tecnica consortile svolge la propria attività di gestione della movimentazione idrica nel comprensorio servendosi di guardiani idraulici, aiuti guardiani e operai. La distribuzione dell’acqua prelevata avviene durante la stagione irrigua in maniera graduale in funzione delle richieste irrigue dei consorziati, con apice generalmente raggiunto nel periodo centrale. I recenti mutamenti meteoclimatici, con l’accentuarsi dei fenomeni estremi, pongono il mondo della bonifica di fronte a scelte strategiche. La carenza estiva di risorse idriche, legate alle quote di magra sempre più basse del fiume Po hanno indotto il Consorzio alla programmazione di una serie di interventi sia dal punto di vista gestionale, per l’ottimizzazione delle risorse disponibili, sia da un punto di vista infrastrutturale per l’adeguamento alle mutate necessità di approvvigionamento in fase irrigua.

 

 

 

 

SERVIZI PER L’IRRIGAZIONE
Il Consorzio della Bonifica Burana ha realizzato un accordo con il Consorzio di Bonifica di Secondo Grado per il Canale Emiliano-Romagnolo di Bologna al fine di consentire anche ai propri consorziati l’utilizzo di servizi telematici su internet rivolti all’assistenza irrigua.
I servizi sono i seguenti:

 

SERVIZIO IRRINET 
Questo è un Servizio per l’Assistenza Tecnica Irrigua rivolto agli agricoltori e tecnici dell’Emilia-Romagna che fornisce un consiglio irriguo personalizzato espresso in termini di momento e volume d’intervento. L’utente utilizza una mappa della regione per individuare la propria azienda, quindi sulla base di tale scelta il programma individua i dati relativi alla precipitazione e all’evapotraspirazione, forniti dal radar del Servizio Meteorologico Regionale dell’ARPA (ARPA-SMR). Con una semplice immissione di dati, l’utente sceglie la coltura, il tipo di terreno e il tipo di impianto irriguo; queste informazioni si aggiungono ai dati meteorologici precedentemente individuati per essere utilizzati nel modello di calcolo del bilancio idrico. Il consiglio irriguo fornito per ogni singola coltura dal Servizio riporta in tempo reale all’utente le indicazioni su Quando e Quanto irrigare.
Vai al Servizio Irrinet 

 

IRRIFRAME: IL SISTEMA ESPERTO PER IRRIGARE RISPARMIANDO ACQUA - Un video che illustra il sistema Irriframe da ANBI

 

SERVIZIO TECNIRRI 
Questo Servizio è costituito da un insieme di programmi di calcolo che consentono agli utenti di orientarsi verso l’adozione di impianti irrigui dotati di buone caratteristiche qualitative e di elevata omogeneità di distribuzione. L’utente ha la possibilità di individuare le caratteristiche qualitative e idrauliche dei gocciolatori e degli spruzzatori e il loro numero e posizione, il dimensionamento delle condotte di testata e delle ali microirrigue nonché il calcolo della pluviometria oraria al fine di ottenere la migliore efficienza dell’acqua.
Vai al Servizio Tecnirri 

 

SERVIZIO IRRISMS – Il servizio consiste nella possibilità per l’utente di ricevere nel proprio telefono cellulare i consigli irrigui su ogni singola coltura mediante un breve messaggio scritto (SMS). Lo scopo è quello di fornire uno strumento semplice e veloce all’utente, che riceverà direttamente sul proprio telefono cellulare le informazioni, per ogni coltura della propria azienda agricola, su quando e quanto irrigare.
Per informazioni circa il Servizio IRRISMS e le sue modalità di attivazione si prega contattare l’Ufficio consorziale periferico di Mirandola (Tel. 0535/20100 - Fax 0535/25464) Via Statale Sud N° 35 41037 Mirandola (Mo). 

 

Accedi alla pagina dei REGOLAMENTI dove puoi trovare il nuovo regolamento irriguo e le modulistiche per la richiesta di servizi irrigui straordinari da inviare compilate entro il 30 gennaio 2018. Oppure trovi la modulistica da scaricare di seguito.

 

Scarica i moduli inerenti al Regolamento irriguo 2018 nel formato pdf:

Dichiarazione di malleveria 

Frontalino del Regolamento irriguo 2018

Primi lineamenti del Regolamento irriguo 2018 

Tabella del Regolamento irriguo 2018 

Lettera ai richiedenti del servizio irriguo straordinario per l'anno 2018  

Volantino regolamento irriguo 2018

 

 

 

Carta dei distretti irrigui del Burana

 

 

 

Risultato
  • 3
(3531 valutazioni)


sito internet validato wcag wai a Certificazione di Sistema Qualità DNV-GL ISO 9001 Accredia - L'ente di accreditamento indirizzo:  C.so Vittorio Emanuele II, 107 - 41121 Modena
numero verde:  800-324464  telefono:  059-416511  fax 059-239063 
C.F. 94149560362
e-mail: segreteria@consorzioburana.it
P.E.C. segreteria@pec.consorzioburana.it
Altre sedi periferiche »    
Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl  © 2013